Accedi al sito
Serve aiuto?

Attività

 La colazione del Lunedì 
Da maggio a Luglio e Settembre - Ogni lunedì mattina in concomitanza con il mercato settimanale paesano, si organizza l’uscita al bar per una colazione speciale con brioches e caffè o cappuccino offerti dalla struttura. Gli accompagnatori sono la Responsabile delle Attività Assistenziali, un Fisioterapista, l’Educatrice, i volontari, i familiari, gli Operatori Socio-Sanitari. 
Anche durante l’inverno è importante iniziare la settimana al meglio! Ogni lunedì mattina l’Educatrice e i volontari Lina e Mario realizzano il gruppo bar accompagnando caffè e cappuccini a squisite torte o biscotti preparati dal cuoco di struttura. 

 Gelato in compagnia 
Se il lunedì mattina si sta in compagnia sul mercato, un pomeriggio a settimana, quando la stagione lo permette, non si perde l'abitudine di rinfrescarsi mangiando un buon gelato, ce n'è per tutti i gusti!

 Compleanni 
Una volta al mese festeggiamo i compleanni dei nostri Ospiti con delle ottime torte personalizzate dai nostri cuochi.

 Giornata Bellezza 
Con scadenza settimanale dedichiamo una giornata alla bellezza con la cura delle unghie e del viso. La mattinata del venerdì si trasforma in un'occasione speciale per tutte le nostre Ospiti che ricevono coccole e si prendono cura del loro aspetto estetico, magari con una buona musica di sottofondo e alcune gocce di olio essenziale nel vaporizzatore.

 Risveglio muscolare 
Cerchi colorati, palla ed esercizi per il corpo sono gli ingredienti della ginnastica di gruppo attuata dai nostri bravissimi fisioterapisti che, con la musica di sottofondo e il supporto dell'animatrice, regalano momenti di allegria e condivisione.

 Laboratorio di cucina 
Tutte le mattine le nostre Ospiti si dilettano a preparare un'ottima macedonia con frutta fresca km0, fornita dalla cucina di struttura, come la tradizione casalinga richiede.
Vengono preparate inoltre: crostate, pasta fresca (pisarei e mezze maniche ripiene), tramezzini e toast per tutti!!
 
 Riflessione spirituale 
Il nostro bravissimo diacono di paese Claudio dedica due pomeriggi a settimana, il martedì e il venerdì, alla riflessione spirituale. Il giovedì invece il nostro parroco recita nella cappella di struttura la messa settimanale.

400

 Invecchiare con l'Arte e l'Arte di invecchiare 

Oggigiorno la medicina ci aiuta ad invecchiare di più, ma è necessario al contempo invecchiare ‘meglio’, affinché questa parte della vita possa essere soddisfacente e premi gli sforzi fatti per mantenere la longevità.  Ciò significa consentire alle persone che si confrontano con l’invecchiamento di rimanere attivi, vitali e continuare a trarre piacere e senso dalla vita

 
La musica, il disegno, la pittura offrono la possibilità ai nostri anziani di sperimentare attività manuali che avrebbero magari voluto provare, senza averne mai avuto il tempo o l’opportunità prima, durante la vita ‘attiva’. Questi linguaggi artistici, in questo contesto non sono utilizzati né in modo tecnico, né per mettere le persone in competizione al fine di raggiungere uno scopo estetico specifico; chi ha difficoltà a leggere o a fare attività che impegnino organi di senso e capacità cognitive in declino, può scoprire un piacere e risorse inaspettate dal suonare o sentire musica, utilizzare un pennello e sperimentare l’uso dei colori, scoprendosi molto più competente di quello che credeva. 
 
Il benessere è il risultato di un equilibrio fra i propri bisogni: fisici, intellettuali, emotivi e spirituali. Le terapie non farmacologiche non si propongono di guarire la malattia, ma di offrire stimoli, momenti di piacere per una qualità della vita il più possibile dignitosa e soprattutto, attraverso i loro linguaggi universali, sono strumenti di comunicazione ancora efficaci e gestibili dalle risorse cognitive residue del malato.
Obiettivi:
  • Accrescere l’autostima 
  • Modificazione dello stato di umore
  • Portare sollievo alla propria ansia, rilassamento, contenimento dell’aggressività e del wandering
  • Stabilire relazione empatica tra paziente e operatore
  • Comportamento musicale attivo (cantare o suonare)
  • Stimolare la memoria breve
  • Stimolare la memoria autobiografica
  • Favorire mantenimento delle attività motorie con semplici movimenti finalistici
  • Favorire la socializzazione

 Arte in struttura 
Ogni settimana la professoressa Francesca Forelli e l’autrice Patrizia Vallavanti, due nostre care volontarie, coinvolgono i nostri ospiti in letture di brani e poesie. La risposta a questi stimoli si rivela sempre notevole: i ricordi emergono, le emozioni si trasferiscono attraverso il dialogo o su pagine scritte. Questo laboratorio, oltre ad essere molto apprezzato dai nostri ospiti, è di grande aiuto per rallentare patologie degenerative.


 Musica in struttura 
La musica è un linguaggio universale e viene utilizzata in diversi modi per stimolare i nostri ospiti in base alle loro esigenze e ai loro gusti.
Apprezzatissimo è l’appuntamento con i maestri di musica Giovanni Boccaccio e Stefano Schembari, che volontariamente dedicano un pomeriggio a settimana ciascuno a suonare e cantare in più nuclei con i nostri ospiti. Bastano poche canzoni per attirare l’attenzione di tutti, e anche i più timidi si uniscono ai canti o alle melodie suonando i propri strumenti. Di settimana in settimana si riscontrano anche miglioramenti evidenti sul senso del ritmo.
Gli strumenti musicali vengono utilizzati una volta a settimana in un laboratorio inserito nel nostro programma di animazione, che si propone di stimolare la memoria breve e di incrementare la sensibilità musicale dei nostri ospiti.
Infine, la musica offre un grande aiuto anche per le nostre fisioterapiste, siccome essa rende più divertente gli esercizi fisici.


Laboratorio di cucito - Progetto Riciclo
L’addetta al servizio di lavanderia e guardaroba Cristina Perazzoli dedica un pomeriggio a settimana a realizzare portapane colorati e oggetti di vario tipo (bustine porta tutto e divertenti divani porta fazzoletti). Dal riciclaggio di tovaglie e bavaglie si realizzano poi divertenti grembiulini e cappellini utilizzati dagli operatori per la dispensa al momento dei pasti.